Forumlab.org Logo
Ricerca

Video

Archivio video degli eventi del Forum e delle Associazioni e streaming in tempo reale.

Fotogallery

Gallerie fotografiche dei convegni e degli altri eventi promossi dal Forum.

Forum regionali

Eventi, documenti e notizie direttamente dai forum costituiti a livello regionale.

La Buona Politica per tornare a crescere

Sei in:   RASSEGNA STAMPA (47)

  La crisi sfida i cattolici, torniamo a Todi

Data di pubblicazione: Giovedì, 3 Aprile 2014

RASSEGNA STAMPA :: La crisi sfida i cattolici, torniamo a Todi
  • Data articolo originale
  • Domenica, 23 Marzo 2014

Dall'Avvenire del 23 marzo 2014.
A cura di Angelo Picariello.

Costalli: riprendere quello spirito facendo tesoro degli errori. Non faremo partiti.


Il congresso Mcl


Bonanni: "Quegli incontri un successo straordinario. Il lavoro non si crea con il Job acts, ma con una nuova iniziativa"


Nella seconda giornata del XII congresso del Movimento Cristiano Lavoratori - che si chiude oggi all’Ergife - protagonista l’associazionismo dei lavoratori, con il presidente delle Acli Gianni Bottalico e il segretario della Cisl Raffaele Bonanni. La strada indicata da Bonanni è quella di riprendere lo spirito degli incontri di Todi, un «successo straordinario», falsato dalla pessima rappresentazione della stampa, «che ha dato l’idea che si volesse fare un partito». Quanto al tema del congresso, il lavoro, «non viene dal Job Acts, ma dalla buona economia», ha detto il segretario della Cisl, richiamandosi all’applaudito intervento della responsabile veneta del movimento Carlina Valle, che ha lamentato la difficoltà degli imprenditori a far fronte a un mercato del lavoro che cambia regole ogni sei mesi. «I non garantiti - ha proseguito il segretario della Cisl - non sono i contrattisti a termine, ma le partite Iva, i Co.co.pro., veri e propri agnelli mandati al macello». Da Bottalico l’invito a stringere una «grande alleanza» nello spirito del pontificato di Francesco per far fronte alle vecchie e nuove povertà. Fra gli interventi più attesi, ieri, al congresso, anche quello del leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini e del patriarca latino di Gerusalemme, monsignor Fouad Twal. Da lui un accorato invito a «sentire la vicinanza di altre Chiese».

Intervista


Il presidente Mcl: «Sull’occupazione serve una svolta culturale, nuove leggi aiutano ma non bastano»

Il “cattolicesimo sociale” è vivo più che mai, e gli incontri di Todi sono un’idea da riprendere, specie in questa fase in cui ai timidi segnali positivi degli indicatori finanziari fanno riscontro quelli cupi come non mai restituiti dall’economia reale. Il XII congresso del Movimento cristiano lavoratori che si chiude oggi, con la riconferma alla presidenza di Carlo Costalli, prova a riaprire un cantiere, con in prima linee le sigle impegnate nel Forum dell’economia e del lavoro.

Bonanni, coerente con il suo voler andare «controcorrente», ha definito Todi un «successo straordinario».
Con Bonanni abbiamo condiviso passo per passo quell’esperienza e condivido oggi l’idea di riprenderla.
Siamo decisi a rilanciare insieme un’iniziativa, anche sulla spinta di questo Pontificato, per dare il nostro contributo per l’uscita dalla crisi che si trascina da sei anni. Importante anche la proposta delle Acli, con Bottalico, di realizzare una grande alleanza contro la povertà.

Come ripartire?
Bonanni ha centrato il problema. La riduzione "politica" di quegli incontri avvenuta nella ricostruzione mediatica ha alimentato aspettative fuori luogo e ha rischiato di farci finire nel tritacarne della politica. Non vogliamo fondare partiti.
Ma ci sono dei dati che ci fanno riflettere.
Le persone con un lavoro regolare sono solo 22 milioni a fronte di una popolazione di poco superiore ai 60 milioni.
Un così modesto tasso di occupazione regolare si traduce non solo in una bassa crescita del Pil, ma anche in un ridotto gettito fiscale: così il Paese implode.
Bisogna ripartire allora, più che dagli slogan, funzionali alla strumentalizzazione politica, dalle iniziative concrete e dal territorio, sul modello di quanto realizzato a Napoli, con l’iniziativa del Forum regionale al PalaBarbuto alla quale ha partecipato anche il cardinale Sepe.
Un seme di speranza nel futuro, con 3mila studenti in una città simbolo della crisi.

Servirà il Job acts del governo?
Bonanni è stato duro, io mi limito a dire che dopo la nostra apertura di credito, ad esempio su contratti a termine e apprendistato, il governo è atteso alla prova dei fatti. Sul lavoro, più che nuove leggi serve una svolta culturale e forse qualche legge in meno. La mancanza di efficienti servizi al lavoro e di validi percorsi formativi crea una cultura improntata alla strenua difesa del posto di lavoro, più che dei livelli occupazionali.

Come giudica le parole di Squinzi che minaccia di portare la Mapei all’estero?
Un segnale sbagliato. Le norme sul lavoro, è vero, sembrano a volte partire da un’idea di diffidenza reciproca.
Serve però, come ha detto Alfano al congresso, restituire «fiducia » nei rapporti. Dalla crisi lavoratori occupati e inoccupati, dipendenti e datori di lavoro o escono insieme superando le diffidenze o si resta tutti nel pantano. Ecco, è questa la svolta culturale. E i cattolici debbono esser in prima linea.

Si torna in campagna elettorale, un rischio o un’opporunità?
L’Europa è un valore, ma senza tornare all’origine si rischia di dare fiato ai diversi populismi. Lanceremo nelle prossime settimane una grande campagna in nome dell’Europopolarismo per contrastare una deriva anti-europea e radicale: ci faremo promotori della costruzione di un europeismo consapevole.
 Torna ad inizio pagina 

Documenti allegati

.PDF Articolo originale (719 KB)

Articoli correlati

Nessun elemento correlato

Links

Nessun link correlato

Forumlab.org

Segreteria del Forum
c/o Movimento Cristiano Lavoratori
Via L.Luzzatti, 13/a 00185 ROMA
Tel: +39 06 700 5110
Fax: +39 06 772 0938
E-Mail:
info@forumlab.org
infoforum@mcl.it