Forumlab.org Logo
Ricerca

Video

Archivio video degli eventi del Forum e delle Associazioni e streaming in tempo reale.

Fotogallery

Gallerie fotografiche dei convegni e degli altri eventi promossi dal Forum.

Forum regionali

Eventi, documenti e notizie direttamente dai forum costituiti a livello regionale.

La Buona Politica per tornare a crescere

Sei in:   RASSEGNA STAMPA (47)

  VALORI E IDEE CHIARE PER UNA BUONA POLITICA

Data di pubblicazione: Martedì, 23 Ottobre 2012

RASSEGNA STAMPA :: VALORI E IDEE CHIARE PER UNA BUONA POLITICA

Editoriale di Marco Tarquinio per l'Avvenire del 23 Ottobre 2012.

Valori e idee chiare per una buona politca

Oltre il pantano

C'è un Italia che non si rassegna all’impantanamento, all’illegalità e all’immoralità. E c’è un’Italia che non si rassegna a indignarsi e basta, ad andare solo "contro". è un’Italia che non intende consegnarsi ad arrembanti «populismi di destra o di sinistra» e neppure affidarsi a visioni e a tattiche sterilmente ripetitive del bipolarismo esasperato ed esasperante che abbiamo sperimentato negli ultimi due decenni e che ci ha condotti all’ultima spiaggia di un governo di supplenza tecnica (supplenza al «cinismo» di quella politica che era finita nell’angolo degli impotenti giochi di potere). è un’Italia che ha tuttavia in mente le vicende e le persone capaci – al centro o in periferia – di una «buona politica», naturalmente alternativa alle malepratiche e alle malversazioni che hanno disgustato tutti e all’avventurismo programmatico e amministrativo dei politici-propagandisti (quelli, per fare un esempio non casuale, che sembrano non sapere neanche più che cosa sia per un uomo e una donna, secondo natura e Costituzione, essere e "fare" famiglia e quanto questo valga per una società). Ed è un’Italia che in Mario Monti si specchia volentieri. Magari non si riconosce proprio in ogni cosa che i ministri del governo Monti hanno fatto e progettato (e perciò incalza il governo su punti precisi e per sorprendenti disattenzioni), ma capisce e apprezza – con intelligente partecipazione e sano e semplice orgoglio – la preoccupazione pulita e il lavoro serio del presidente del Consiglio "per" il Paese e per l’Europa.
è un’Italia che ha valori saldi e idee chiare: valori e idee "per", appunto, da spendere a vantaggio di tutti, senza mercanteggiamenti e corruzioni, con tenace volontà di dialogo e di servizio al bene comune. Un pezzo assai importante e decisivo dell’Italia "per" – la realtà viva e articolata delle associazioni, dei movimenti e dei cammini del laicato cattolico italiano – tra domenica e ieri è tornato per il secondo anno consecutivo a Todi, su iniziativa del Forum delle persone e delle associazioni cattoliche nel mondo del lavoro.
C’è arrivato attraverso un percorso non banale e non per tutti semplice (qualcuno ha preferito fermarsi lungo la strada). Un percorso faticoso come faticoso è il critico e confuso tempo che viviamo. Ma compiuto con la percezione netta della necessità di mettere a disposizione del Paese, senza «presunzione, personalismi, strumentalità e isterie» quella che il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, il 24 settembre scorso ha definito una «solidarietà lungimirante ». Un dovere che impone ai cattolici di non essere assenti e neppure «mediocri» (prima di tutto quanto a vita spirituale e quanto a riferimenti ideali e morali). Ma non impone loro – come hanno sottolineato di nuovo ieri i promotori dell’incontro in terra umbra e, con particolare chiarezza, il leader della Cisl Raffaele Bonanni – di pensarsi in un «partito cattolico ». In tempi che reclamano un autentico rinnovamento della qualità della politica – a Todi si è detto della stessa «offerta politica» e delle sue «facce» - la collaborazione positiva, all’insegna di una sana laicità, tra uomini e donne cattolici e di altre culture di riferimento è infatti ben possibile e auspicabile. L’importante, riprendendo ancora un’importante sollecitazione del cardinal Bagnasco, è che si sia capaci «superando idiosincrasie ideologiche» di mantenere sempre «saldo» il legame con quei valori primari «che fanno parte della nostra storia [italiana ed europea] e ne costituiscono il tessuto profondo».
C’è, insomma, un’«agenda» stilata da cattolici e messa a disposizione del Paese. è pensata come complementare a quella che viene chiamata «agenda Monti» e non esclude, ma sollecita, altri contributi provenienti da settori altrettanto vivi della nostra società.

Marco Tarquinio
 Torna ad inizio pagina 

Documenti allegati

Nessun documento allegato

Articoli correlati

Nessun elemento correlato

Links

Nessun link correlato

Forumlab.org

Segreteria del Forum
c/o Movimento Cristiano Lavoratori
Via L.Luzzatti, 13/a 00185 ROMA
Tel: +39 06 700 5110
Fax: +39 06 772 0938
E-Mail:
info@forumlab.org
infoforum@mcl.it